[RM] +39 06 87451289 - [MI] +39 02 37050294
segreteria.roma@bocg-associati.it

Approfondimenti

Segnalati da BOCG

Camminando lungo il business model canvas

Uno degli strumenti più famosi al mondo, nato dall’intuizione di Alexander Osterwalder, è un framework composto da 9 blocchi che sintetizza la complessità aziendale in modo semplice e intuitivo: il business model canvas

Trattandosi di una tabella, qual è l’ingresso e quale il percorso da intraprendere? Abbiamo cercato di semplificarne la lettura per permettere a tutti di avvicinarsi a questo strumento di business.

Mi siedo davanti al foglio bianco e mi interrogo innanzitutto su qual è il problema che risolviamo al nostro cliente e come glielo risolviamo cercando di semplificare al massimo la nostra proposta di valore.

Da questa deriveranno le attività chiave che dovrò saper svolgere in maniera perfetta e soprattutto che non dovrò delegare a nessuno perché nessuno condivide con me la proposta di valore.

Le risorse chiave derivanti dalle attività dovranno essere “approvvigionate” nel miglior modo possibile generando, in alcuni casi, anche partnerships strategiche. In generale occorrerà interrogarsi sui partners chiave dato che l’azienda non è un ecosistema autonomo ma interagisce con altri.

Saranno chiare, a questo punto, la struttura dei costi e dei ricavi; entrambe andranno gestite sia dal punto di vista economico (marginalità) che finanziario (flussi di cassa). Un tale assetto potrà essere caratterizzato per ogni segmento della mia clientela e per ogni canale di vendita.

Dovrò infine gestire le relazioni con la clientela per cercare di trasferire all’esterno sempre un maggior valore.

Leave a Reply